Note di banda - M░ Giuseppe Testa

Doppio CD di composizioni per banda

G.S.

Note di banda - M░ Giuseppe Testa

Il doppio CD "Note di banda", penso possa essere considerato un'evoluzione della precedente incisione "Giochi di Note" (cfr. http://www.mondobande.it/articolo.php?id=153), altro CD monografico di Giuseppe Testa dove ha proposto dei brani per strumenti soli o piccoli gruppi strumentali. Un intenso e ricco doppio CD, questo di Giuseppe Testa, che mette in luce, a mio parere, due aspetti: la situazione bandistica siciliana e la necessitÓ di arrivare concretamente ad una evoluzione nel campo della composizione per fiati, nonchÚ l'utilizzo di essa anche nei piccoli e medi complessi bandistici italiani, e tutto questo Ŕ messo in atto attraverso le sue composizioni e le registrazioni di esse da parte di pi¨ bande musicali.

Ad un primo ascolto delle registrazioni, la musica risulta decisamente sconosciuta, e credo che questo abbia un solo significato: che le composizioni del maestro Testa siano originali nel senso pi¨ stretto del significato. Il fatto che ad un primo ascolto non si riesca a collegare con momenti musicali o concreti di vita, dimostra come il compositore abbia lavorato nella ricerca di un suo stile e linguaggio personale che non rimanda a nessuna traccia del passato, ma del passato ne ha assimilato e fatte proprie tecniche e stili proponendo oggi una sua idea tutta nuova. Oserei mettere in parallelo queste composizioni con quelle dei due compositori che hanno rivoluzionato il modo di pensare la composizione musicale: Erik Satie e John Cage. Penso che il maestro abbia voluto provocare come i due grandi compositori del secolo scorso: se loro hanno in un certo modoo "ridicolizzato" gli schemi fissi e le dure regole scolastiche, anche il maestro cefaludese ha voluto un po' prendere in giro l'evoluzione al contrario di moltissime composizioni bandistiche, e nello stesso tempo tentare un approccio educativo e di sensibilizzazione verso i linguaggi della musica contemporanea, attraverso delle composizioni che utilizzano semplici tecniche innovative usate a partire dal XX secolo.

Il CD pu˛ anche essere paragonato ad un film documentario, per il fatto che le esecuzioni sono state affidate a ben tredici complessi bandistici della stessa regione ma di aree culturali diverse. Questo permette agli studiosi di compiere un excurus attraverso diverse concezioni musicali bandistiche, e ascoltando attentamente si possono notare come i sound siano diversi tra di loro: aree volte alle tradizioni dei misteri, aree che si stanno emancipando, aree che hanno una ricca tradizione di eccellenze musicali e aree che eseguono musica per il loro territorio.

CD 1

CD 2

Per ordinare il CD e info: www.giuseppetesta.com

Tratto da MondoBande.it - La banda musicale fa notizia - Blog aperto con aggiornamento non periodico