Vibrazioni Rock - Il nuovo CD della Banda di Staffolo

MondoBande.it - La banda musicale fa notizia

Martedì 19 Settembre 2017, 19:15
  Home | About us | Contatti | Pubblicazione Eventi | Privacy Policy Profili: Seguici su TwitterSeguici su Facebook   Google Traduttore:Translate with GoogleTraduire avec GoogleÜbersetzen mit GoogleTraducir con Google   RSSFeed RSS  
ARTICOLIINTERVISTERECENSIONIEVENTICORSI, CONCORSI, FESTIVALBANDE NEL WEBLINKS
17 Aprile 2009 - Recensioni - CD/DVD Versione stampabile
Composizioni funebri della Settimana Santa in Sicilia
Associazione Culturale "Sicilia in Musica" - Caltanissetta

Composizioni funebri della Settimana Santa in Sicilia

La Sicilia è una fra la regioni che negli ultimi anni si è più rinnovata bandisticamente, ottenendo ottimi risultati nel panorama nazionale, e lo dimostrano i vari podi conquistati dalle formazioni isolane nei concorsi bandistici, oltre che i numerosi corsi di formazione per strumentisti e direttori. Allo  stesso tempo non cancella il suo glorioso passato, forte dalle numerose tradizioni che per secoli hanno fatto la storia della terra del sole e delle bande in essa presenti.
Uno degli esempi di questa dualità è l’associazione “Sicilia in Musica” di Caltanissetta.  L’associazione si costituisce nel 2004 e come suggerisce il nome dato, annovera musicisti proveniente da tutta la Sicilia, con una maggioranza proveniente dalle provincie di Caltanissetta ed Enna; per descrivere questo insieme di musicisti voglio usare le parole di uno dei componenti del gruppo, il bassista Angelo Stella, che parlando dell’associazione, durante la presentazione di un concerto, dice :« Qui non ci sono né paesani né forestieri, ma solo un gruppo di amici che amano la musica e che suonano col cuore! ».
All'interno dell'Associazione sono vive tre realtà musicali: il gruppo folkloristico, il gruppo ottoni e la banda musicale.

Il CD inciso dalla banda dell’Ass. “Sicilia in Musica” raccoglie le più belle marce funebri composte per le rappresentazioni dei Misteri, ma rispetto ai numerosi CD incisi, il M° Bonaffini ha voluto valorizzare la musica della sua terra: tutti i titoli sono stati scritti da compositori siciliani. La scelta è molto accurata e raffinate sono le composizioni eseguite, i brani riescono a soddisfare le  diverse tipologie di gusto musicale che vi sono in Sicilia, dal lungo lirismo molto apprezzato nel sud est isolano, all’ostinato ritmico trapanese.
La registrazione è avvenuta presso la sala Point di Barrafranca (EN), registrazione e missaggio sono stati curati da Graziano Mossuto, sotto la direzione artistica del M° Salvatore Bonaffini.

Il CD è composto da 8 titoli per una durata totale di circa 66 minuti di ottima musica:

  1. Salvatore Bonaffini: L’URNA
  2. Autore Ignoto: AH SI! VERSATE LACRIME
  3. Leonardo Polizzi: 19
  4. Francesco Genovese: E’ MORTO
  5. Domenico Indelicato: ULTIMO RICORDO
  6. Autore Ignoto: PENSIERO
  7. Amedeo Vella: UNA LAGRIMA SULLA TOMBA DI MIA MADRE
  8. Salvatore Bonaffini: VINCENZO LIGAMBI

Ogni composizione ha una propria storia, qualcuna nasce su commissione, come “L’urna”, composta nel 2006 e dedicata al gruppo sacro “Gesù nell’urna” – ceto dei pastai dei Misteri di Trapani.
Due marce sono di autore ignoto: “Ah Si! Versate lagrime”, una lode funebre al Cristo morto, il cui incipit è il finale di una lauda del XVII secolo interpretata magistralmente dalla banda dell’ Ass. “Sicilia in Musica” e dagli artisti del coro del teatro politeama “Vincenzo Bellini” di Catania; e “Pensiero”, che molto probabilmente non è il titolo originale, marcia che viene solitamente suonata all’auscita della “Madre Pietà” dei Massari del Popolo nei Misteri di Trapani. La composizione trae spunto da una musica popolare francese.
Curioso è il titolo della marcia di Leonardo Polizzi, “19”. Fino agli anni ’50 i direttori delle bande erano soliti comporre le marce che la banda eseguiva, e spesso erano mancanti di titolo e il nr. 19 è la posizione che questa marcia aveva nel libretto della banda di Serradifalco (CL), a conferma di questo anche a Villalba (CL) alcune marce sono entrate nella storia: la nr. 9 e la nr. 10 del M° Nicolò Neglia Guzzone.
Uno dei capolavori assoluti della letteratura funebre è “E’ Morto” di Francesco Genovese. Dopo il malinconico incipit, un forte sincopato fa da preludio ai delicatissimi ritornelli, dove il maestro baucinese ha dato una forte impronta pieno di malinconico lirismo. Nella registrazione ottima è stata l’esecuzione della chiusura della prima parte dove i legni suonano molto intonati e con un delicatissimo piano le 5 note acute discendenti.
Ben eseguita è anche l’esecuzione di “Ultimo Ricordo”, una bellissima marcia funebre di Domenico Indelicato, molto eseguita durante i Misteri di Trapani e Caltanissetta, in cui gli acuti delle trombe risultano gradevoli all’orecchio e senza stonature.
Ottime sono, poi, le esecuzioni di “Una lagrima sulla tomba di mia madre” e “Vincenzo Ligambi”. Nella marcia di Vella, resa famosa da grandi registi, come De Sica e  Fellini, viene perfettamente rispettato il valore delle figure musicali, in quanto in quasi tutte le esibizioni, le bande sbagliano alcune figure a causa di un’errata trascrizione. Intonatissimi e con un suono pulito i clarinetti eseguono le figure pizzicate del terzo ritornello, bene la dinamica nell’ultimo ritornello finale e nell’ultima battuta ottima la chiusura con il rispetto della pausa di croma.  Nella marcia composta dal M° Bonaffini stupendo e toccante il passaggio dei primi clarinetti (A e B) a intervallo di terza, nel canto dei baritoni, il gioco delle biscrome, nella parte finale del ritornello, propone una dissonanza che sa tanto come un pianto angoscioso, la stessa angosciosa sensazione che il M° Bonaffini avrà provato quando ha scritto questa marcia in ricordo del vecchio maestro di Pietraperzia, oggi scomparso.

Considerando che molte delle composizioni eseguite nell’ambito della Settimana Santa sono inedite e antiche, l’incisione di questo CD, così come tutti quelli che mirano allo stesso scopo, hanno una grande importanza sia per la valorizzazione di questo repertorio esclusivamente italiano, sia per la salvaguardia, la tutela e il ripristino di certe composizioni, che senza il lavoro, sì faticoso ma allo stesso tempo gratificante (come quello che ha fatto il M° Bonaffini  ritrascrivendo tutte le composizioni incise), si rischierebbe di vederle perse del tutto.

Per info:
bonaffinisalvatore@tiscali.it



Boario Edizioni Musicali: dal 1923 passione per la musica che si fa sentire
Mondus Novus
Marco Pierobon - Soffia la Musica
 
L'angolo di Tim Reynish - La nuova rubrica di MondoBande.it!